AGEVOLAZIONI/SICILIA/agrumi.150.jpgAperti i termini per la presentazione delle domande di agevolazione dei progetti di ricerca e sviluppo finalizzati al reimpiego sostenibile degli scarti della lavorazionedegli agrumi.

Si tratta di una misura agevolativa per la contributi per i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agro-industriale nelle aree di produzione della Sicilia orientale, con particolare riferimento al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi, ai sensi dell’articolo 1, comma 114, della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

L'obiettivo è Incentivare la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale nel settore agro-industriale delle aree di produzione della Sicilia orientale, finalizzati al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi.

Le agevolazioni, espresse in equivalente sovvenzione lordo, sono pari al 50% per i costi agevolabili relativi alla ricerca industriale e del25% per quelli relativi allo sviluppo sperimentale. Previste maggiorazioni fino a concorrenza di un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili. Bando aperto, scadenza domande: 5 settembre 2014. Richiedi maggiori informazioni


 

Pubblicato, in data 12 giugno 2014, l’avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana di pubblicazione del decreto del Ministro dello sviluppo economico del 21 maggio 2014 che individua le modalità per la concessione dei contributi ed i termini per la presentazione delle domande per i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agro-industriale nelle aree di produzione della Sicilia orientale, con particolare riferimento al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi, ai sensi dell’articolo 1, comma 114, della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

OBIETTIVO 

Incentivare la ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale nel settore agro-industriale delle aree di produzione della Sicilia orientale, finalizzati al reimpiego sostenibile degli scarti provenienti dalla lavorazione industriale degli agrumi.

 

BENEFICIARI

I soggetti destinatari dei contributi sono le imprese che svolgono attività di

  • “Produzione di succhi di frutta e di ortaggi” (cod. Ateco 10.3) e
  • le “Industrie delle bevande” (cod. Ateco 11.0)
  • aventi sede produttiva nelle province della Sicilia orientale (Messina, Catania, Siracusa, Ragusa ed Enna),
  • ed i consorzi e le società consortili le cui quote sono partecipate per più del 30% da imprese aventi i predetti requisiti.

 

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO 

Sono ammessi a contributo i progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale presentati dai soggetti beneficiari in forma singola o associata fra loro.


Nei progetti presentati in forma associata deve essere prevista la partecipazione al progetto di un Organismo di ricerca nella modalità di ricerca contrattuale.

Ciascun progetto deve prevedere che almeno una delle imprese beneficiarie svolga funzioni di soggetto utilizzatore del prototipo da realizzare, mettendo a disposizione gli impianti per la sperimentazione.

 

 

RISORSE FINANZIARIE DESTINATE AI CONTRIBUTI 

L’entità delle risorse disponibili ammonta ad euro 1.818.782,00.

 

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono riconosciute in conformità con le disposizioni ed i limiti delle intensità massime di aiuto previste dall’art. 31 del GBER, Regolamento (CE) n. 800 del 6 agosto 2008, per gli “Aiuti a progetti di ricerca e sviluppo”.

 

Le agevolazioni, espresse in equivalente sovvenzione lordo, sono pari al:

  • 50% per i costi agevolabili relativi alla ricerca industriale;
  • 25% per quelli relativi allo sviluppo sperimentale.

 

Le intensità di aiuto sono maggiorate di 10 punti percentuali per le medie imprese e di 20 punti percentuali per le piccole imprese.

Una maggiorazione di 15 punti percentuali, a concorrenza di un’intensità massima dell’80% dei costi ammissibili, può essere applicata se il progetto comporta la collaborazione effettiva fra almeno due imprese indipendenti l’una dall’altra e sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • - nessuna impresa sostiene da sola oltre il 70% dei costi ammissibili del progetto di collaborazione;
  • - il progetto prevede la collaborazione con almeno una PMI.

 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 

La domanda deve essere presentata tramite Posta Elettronica Certificata con successiva trasmissione della documentazione cartacea, a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed entro e non oltre il 5 settembre 2014.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI